reporter in erba ?

Cerchiamo ragazzi in gamba che vogliano scrivere brevi articoli e news in qualche modo collegate al mondo degli studenti. Mandaci un'email a info@asvp.it se ti interessa.

sala studi

Vieni a studiare in sala studi Forzinetti! Siamo in piazza XX settembre in pieno centro!
 

login

utente:
password:
| salva password

prima pagina

non disponibile
prima pagina in aggiornamento! attendi alcuni secondi e poi ricarica la pagina !

pubblicità

Cultura
.
The GoodFellas :Quei bravi ragazzi.
 13:17 martedì 23 ottobre 2007
"Siamo solo noi [...]quelli che poi muoiono presto... Siamo solo noi, quelli che non rispetto per niente, neanche per la gente... Siamo solo noi, che tra demonio e santità è lo stesso, basta che ci sia posto... Siamo solo noi [...] Quelli che non hanno voglia di fare niente, rubano solamente... Siamo solo noi, generazione di sconvolti che non ha più santi né eroi..."
(Vasco Rossi- Siamo solo noi)
Ci hanno sconsigliato, obbligandoci, a rientrare presto a casa.
Ci hanno suggerito, con la forza, che si fuma fuori i locali, al freddo, facendoci sentire dei "diversi".
Ci hanno contato in una statistica quando alziamo un po' troppo il gomito e quando anagraficamente lo facciamo un po' troppo presto.
Mi viene in mente un buffo e ironico sonetto sulla statistica:

"Sai che d'è la statistica? È nà cosa
che serve pe fà un conto in generale
de la gente che nasce, che sta male,
che more, che va in carcere e che spósa.

Ma pè me la statistica curiosa
è dove c'entra la percentuale,
pè via che, lì, la media è sempre eguale
puro co' la persona bisognosa.

Me spiego: da li conti che se fanno
seconno le statistiche d'adesso
risurta che te tocca un pollo all'anno:

e, se nun entra nelle spese tue,
t'entra ne la statistica lo stesso
perch'è c'è un antro che ne magna due."

Non si fa di tutta l'erba un fascio.
Non si diminuisce di bere , vietandolo dopo una certa ora.
Le cose vietate e proibite, da che mondo e mondo, son sempre le più fascinose.
E se le cose sono permesse, e quindi sono legali,sono più controllabili. Mentre ora, proprio perché illegali, più eccitanti.
L'uomo ha sempre mirato ad esagerare rispetto agli altri uomini, proprio per avvicinarsi a Dio (omne potente) e a differenziarsi dagli altri, dalla massa. I locali sono controllati, controllatissimi , soprattutto in questo periodo proprio perché sono pubblici. Ma quando una cosa non è pubblica, e diventa privata,da super visionata si trasforma in "sotto-banco" perdendone in qualità nonostante il prezzo è tendenzialmente tentato ad aumentare.
Non siamo tutti dei beoni incalliti. Ma ci sono alcuni che alzano la media nazionale alzando il gomito.
Non fateci le prediche tentando di spiegarvi/ci il fenomeno, voi che giocate con la calcolatrice in ufficio.
C'è sempre qualcuno che esagera in qualsiasi cosa e per qualsiasi motivo... Non solo con alcool e altre sostanze.
Le persone maniache della casa e della sua pulizia e ordine, del lavoro, del proprio fisico e del proprio look, della propria auto, grandi professori , politici e opinionisti, non sono da salvare?!

Add to Googlecommenti rss2feed

 13:43 martedì 23 ottobre 2007
Non è il problema che infilano i ragazzi in una statistica, il problema è i ragazzi si infilano in un fosso o, peggio, dentro la macchina di un tizio che passava di li per caso e ci rimane regolarmente secco.Se tutti bevessero selvaggiamente il sabato sera la generazione di ragazzi che ha tra i 18 e i 30 anni si estinguerebbe in un week end. Ma anche solo il fatto che ci sia una minoranza di persone con "il gomito pesante", che poi appoggia al volante mettendo a repentaglio la vita di altri, giustifica di per se la presa di precauzioni contro la guida in stato di ebrezza.Il punto è, purtroppo, che il provvedimento è sbagliato. Nessuno si ubriaca stando in discoteca... le consumazioni costano troppo. La gente si sbronza portandosi da casa la bottiglia o facendo il pieno prima in qualche bar del centro.Servono controlli sulle strade. Voi quante volte siete stati fermati per un controllo dalla polizia stradale durante il week end ? Io ho 29 e mi è successo si e no 2 volte in Italia. Ho messo piede 2 volte in Svizzera e regolarmente c'era una pattuglia che fermava le auto e verificava patenti e stato del conducente. Non mancano le leggi (anzi) manca chi le faccia rispettare.
 11:12 sabato 27 ottobre 2007

non penso che il problema degli incidenti notturni è solo dovuto all'alcool. Ti sei mai reso conto che in effetti , esistono dei limiti di velocità che andrebbero rispettati?
A prescindere dal tasso etilico che ognuno di noi potrebe avere alla guida, il pilota si sente quasi in obbligo di infrangerli come le case automobilistiche si sentono in dovere di fare auto più potenti.
Ognuno di noi,forse, dovrebbe rendersi conto guidare un auto è avere per le mani un'arma con un peso maggiore della tonnellata.
Sono d'accordo con te che mancano contolli necessari.
Sarà un caso,ma chiunque attraversa un confine svizzero si sente in obbligo di modereare la velocità per paura della multa incombente, e chiunque, oltrepassi il confine italiano si sente in obbligo di "fare sua la strada", anche i civilissimi elvetici.

per inserire un commento effettua il login

page written in 0,10 seconds

post<li>